Phill Hellmuth

Unico al mondo ad aver ottenuto la bellezza di 12 braccialetti nel circuito delle WSOP, Phil Hellmuth è meglio conosciuto per il suo carattere introverso ed esuberante al tavolo

Phil HellmuthUnico al mondo ad aver ottenuto la bellezza di 12 braccialetti nel circuito delle WSOP, Phil Hellmuth è meglio conosciuto per il suo carattere introverso ed esuberante al tavolo, dove si concede alle telecamere con personalità ed eccessivo temperamento.

Questa sua notorietà lo ha spesso collocato al centro di critiche che ne hanno in parte infangato le reali qualità al tavolo, spesso considerate superate. È anche membro del Poker Hall of Fame, uno dei massimi riconoscimenti per i giocatori professionisti.

La vittoria delle WSOP contro Johonny Chan

Phil Hellmuth è un professional poker player di origini americane, nato il 16 luglio del 1964. La sua carriera è costellata di successi. Iniziata nel lontano 1989 quando il giovane Phil Hellmuth, a soli 24 anni, vinse il Main Event delle WSOP battendo un’altra leggenda del poker mondiale Johonny Chan. Questo record è stato superato ben 2 volte, a partire però soltanto dal 2008. Il giovane Peter Eastgate si aggiudica il titolo di campione del mondo a soli 22 anni, superato a sua volta l’anno successivo dal 21 enne Joe Cada, attuale detentore del record.

Il record di braccialetti alle WSOP

Il suo 10° braccialetto giunge alle WSOP del 2006 nell’evento No Limit Holdem da 1000$, dove riesce a raggiungere il traguardo imposto da Doyle Brunson e proiettandolo nell’olimpo dei giocatori di poker. L’anno dopo Hellmuth raggiunge quota 11 nell’evento da 1,500$, grazie al quale viene eletto miglior giocatore del circuito ed infrangendo cosi tutti i record. L’anno della definitiva consacrazione è il 2012 dove, dopo diversi anni un po’ in ombra, il grande Phil Hellmuth conquista il suo 12° braccialetto in una specialità che non lo ha mai visto protagonista, il Razz, essendo lui indirizzato principalmente verso il texas holdem.

Se ciò non bastasse, Phil Hellmuth detiene anche il record di piazzamenti a premio alle WSOP, con più di 42 tavoli finali e oltre 79 “in the money”.

Curiosità

Durante il main event delle WSOP del 2005, Hellmuth accusa il suo avversario di non saper lontanamente cosa sia il poker e come lui possa trovarsi seduto in un tavolo così importante, dopo che entrambi sono finiti ai resti con K-J e A-K per Hellmuth. Scende un Jack al river, seguito immediatamente da una raffica di commenti dispregiativi da parte di The Poker Brat sul suo avversario. Una delle frasi più comuni pronunciate dal campione americano è: “se non fosse per la sfortuna li avrei vinti tutti“.

Questa è l’immagine di un vero campione, un campione che è riuscito nel corso degli anni a dimostrare il suo valore a chi lo ha ritenuto da sempre un giocatore superato, incapace di adattarsi alla nuova generazione. Il suo carattere forse eccessivo ed irrispettoso nei confronti dei suoi colleghi non fanno altro che arricchire la sua immagine, ormai simbolo ed icona del panorama pokeristico mondiale.

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it