10 regole fondamentali per un giocatore di successo [PARTE CINQUE]

10-consigli-sul-pokerIn questa quinta ed ultima parte della serie di articoli incentrati su alcuni consigli per diventare degli ottimi giocatori di poker, affronteremo l’argomento relativo alla posizione e quali sono le migliri mani di partenza.

10-consigli-sul-pokerIn questa quinta ed ultima parte della serie di articoli incentrati su alcuni consigli per diventare degli ottimi giocatori di poker, affronteremo l’argomento relativo alla posizione e quali sono le migliri mani di partenza.

PUNTO 9: GIOCARE IN POSIZIONE OFFRE GRANDI VANTAGGI

La posizione ricopre un ruolo cruciale nel poker, in quanto offre un’ulteriore probabilità di successo qual’ora si hanno in mano carte poco efficaci. Dunque, oltre al punteggio in sè, va assolutamente considerata la posizione al tavolo rispetto agli avversari, in modo da avere nella maggior parte dei casi la situazione in pugno essendo noi gli ultimi a parlare. Nel poker ogni informazione può essere utilizzata per pianificare una strategia di gioco, percui è sempre consigliato giocare nelle ultime posizioni per avere un vantaggio sostanziale sugli altri giocatori. Molti professionisti si basano proprio attraverso i concetti di questa strategia, attribuendo alle carte un valore marginale: non vogliamo dire che potrebbe quasi diventare inutile guardare le proprie carte, ma ci siamo molto vicini. In sintesi, un buon giocatore di poker preferisce agire solo quando la posizione è estremamente favorevole (come ad esempio il bottone) ed evitare situazioni dove invece si è uno dei primi a dover parlare. In questi casi infatti, il range di mani si ristringe drasticamente ed è conveniente entrare in gioco solo con mani premium, onde evitare spiacevoli sorprese con il proseguio della partita.

PUNTO 10: DARE IL GIUSTO VALORE ALLE MANI DI PARTENZA

Nel Texas Holdem ci sono moltissime combinazioni di carte: precisamente abbiamo 169 possibili mani di partenza, dunque per dicidere se giocare o meno, bisognerà analizzarle attentamente in relazione alla posizione al tavolo. Più siamo vicini alle posizioni finali, più il nostro range di mani si aprirà di conseguenza, avendo già osservato le mosse degli avversari prima di noi. Oltre a scegliere la giusta mano di partenza, occorre stabilire se questa determinata combinazione possa migliorare qual’ora il flop non fosse particolarmente favorevole per i nostri progetti. Qui il calcolo delle probabilità diventa un ottimo alleato: non bisogna mai giocare un numero elevato di mani ma rifarsi solamente ad una strategia di gioco standard e imprevedibile: se apriamo eccessivamente il nostro gioco, si finirà molto spesso a sprecare chips inutilmente alla ricerca di un punteggio difficile da chiudere. La scelta della mano iniziale va di pari passo con la propria posizione al tavolo, dunque mani che all’apparenza possono sembrare molto forti come ad esempio A-Q vanno riconsiderate quando siamo in una delle posizioni iniziali, in quanto molto spesso saremo dominati.

In conclusione, attraverso questa lunga serie di articoli, abbiamo visto quali sono i punti principali per diventare un giocatore di poker professionista. Una professione non alla portata di tutti, ma con sacrificio ed impegno la strada non è mai stata preclusa a nessuno.

4,5 rating
+ 500€ BONUS sul primo deposito
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
+ 30 TICKET FREEROLL da 1000€ senza deposito
+ 100€ BONUS deposito
+ 40€ in ticket tornei
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,0 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it