Come giocare una coppia di Sette [PARTE DUE]

coppia-di-7-texas-holdemContinuiamo nell’ultima parte della serie “come giocare una “coppia di sette” parlando di utleriori aspetti che possono favorire uno sviluppo profittevole della nostra mano.

coppia-di-7-texas-holdemContinuiamo nell’ultima parte della serie “come giocare una “coppia di sette” parlando di utleriori aspetti che possono favorire uno sviluppo profittevole della nostra mano.

GIOCARE UNA COPPIA DI SETTE DELLE FASE INTERMEDIA

Dopo i primi livelli, dove i bui lasciano campo libero per quanto riguarda l’interpretazione della strategia, ci troveremo ad affrontare la delicatissima fase intermedia, fase dove il minimo errore può compromettere seriamente il nostro torneo. In questo caso, la coppia di 7 assume un’altro valore, e il nostro approccio alla gare cambia cambia di conseguenza. Non sarà più possibile rilanciare 2-3 volte il grande buoi ad ogni occasione, in quanto gli stack non sempre permettono tali iniziative. Se siamo in possesso di una grande quantità di chips, allora la coppia di 7 deve essere assolutamente rilanciata e spinta al limite qual’ora ricevessimo un all-in da uno short al tavolo. Viceversa, se siamo noi gli short, allora è bene prendere degli accorgimenti che con coppie simili non possono mancare. Dopo un eventuale rilancio, è sempre consigliato foldare la propria mano, oppure rilanciare all-in per tentare di rubare i bui. Il rischio però è quello di essere chiamati da mani che ci battono o, nel migliore dei casi, giocarci un coin flip affidando le sorti della partita alla pura fortuna.

Se invece gli stack e il livello dei bui non ci permettono ulteriori margini di manovra, allora ogni qual volta riceviamo una coppia di sette l’all-in deve essere istantaneo, senza ripensamenti.

GIOCARE UNA COPPIA DI SETTE NELLA FASE FINALE

Anche qui valgono gli stessi discorsi fatti in precedenza: se siamo pieni di chips giocheremo in un modo, mentre se siamo “boccheggianti” ci affideremo alla fortuna. I bui saranno troppo succulenti per non essere portati a casa, e una coppia di sette non fa altro che migliorare questa condizione. Forse è proprio in quest’ultima fase che la nostra coppia assumerà un valore molto importante, anche se il discorso dell’all-in diretto non può essere applicato nella situazione in cui un avversario manda la vasca e noi siamo indecisi se chiamare o no con la nostra coppia di sette. In questo caso è molto importante conoscere l’avversario e il suo stile di gioco, nonchè lo stack con cui ha avanzato questa sua iniziativa. Solitamente, il giocatore che metterà al centro tutte le sue chips, potrà avere in mano un mostro ma anche carte minori, come ad esempio Asso debole o K-x, mentre chi effettua un raise con cui si “auto committa” gia al pre-flop, vuol dire che dietro le sue carte private molto probabilmente nasconderà una mano premium. In questa situazione si può anche passare, con la consapevolezza di aver effettuato una buona mossa, senza prendersi inutili rischi che una coppia di sette spesso comporta.

In conclusione, la coppia di 7 è una mano forte ma allo stesso tempo pericolosa se giocata con eccessiva sicurezza. Essendo una coppia media, dunque una mano facilmente superabile gia al flop, è consigliato giocarla aggressivamente, per set-value oppure foldarla, senza se e senza ma.

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it