La strategia Short Stack [II PARTE]

Strategia Short StackContinuiamo ad analizzare a fondo la strategia Short Stack: quale tavolo scegliere? Con quali mani giocare? In che posizione?

Strategia Short StackContinuiamo ad analizzare a fondo la strategia Short Stack: quale tavolo scegliere? Con quali mani giocare? In che posizione?

Scegliere correttamente il tavolo dove giocare

La strategia short stack risulta profittevole se al tavolo sono seduti quanti più giocatori possibili, quindi quelli da 9/10 giocatori risultano i migliori. Questo perchè, avendo uno stack ridotto rispetto alla madia del tavolo e dovendo pazientare molto nell’attesa di una mano giocabile, è necessario che il giro duri il più al lungo possibile, cioè ridurre le volte che dobbiamo investire nel piccolo e grande buio. Un’altro fattore da tenere in considerazione è l’eventuale presenza di 2 o più giocatori che adottano la nostra stessa strategia: in questo caso, bisogna cambiare tavolo altrimenti non avremo più alcun vantaggio significativo. Infatti, il nostro scopo è quello di farsi chiamare una puntata forte permettendoci di raddoppiare le nostre chips senza esporci a particolari rischi, sapendo che la stragrande maggioranza delle volte partiremo sopra al range avversario. Chiaro che sarà molto più tentato un giocatore con molte fish, che gli consentirà, anche perdendo, di rimanere comunque in gioco. Altra particolarità si ha in caso di vincite consistenti che ci portano ad avere una quantità di fish uguale o superiore agli altri. Anche in questo caso, il consiglio è quello di abbandonare il tavolo e sedersi in un altro adottando nuovamente la strategia short stack.

Strategia Short StackCon quali mani entrare in gioco

Dopo aver individuato il tavolo ideale, bisogna pensare alla mano adatta per mettere in pratica la nostra strategia. Risultano dunque fondamentali le carte di partenza, oltre alla posizione al tavolo, che ci permette di ampiare o ridurre, a seconda delle circostanze, il nostro range in relazione a quello degli avversari. Più si è vicini alle posizioni finali, più si è avvantaggiati e, dunque, si potrà prendere qualche rischio in più. Trovandosi nelle prime posizioni, bisognerà stabilire con quali mani entrare in gioco: le migliori partono dalla coppia di Jack fino alla coppia d’Assi oltre ad A-K, passando tutte le altre mani. Avanzando di posizioni, possiamo aprirci leggermente giocando dalla coppia di 9 in su e anche con A-Q e A-K. Infine, nelle posizioni finali, possiamo aprire anche con coppia di 7 o superiore, con A-10, A-J, A-K, K-Q ed eventualmente anche K-J. Questa è una linea guida da tenere sempre presente, ma non è escluso che possano presentarsi situazioni dove queste regole valgono meno e dunque bisognerà adattarsi al tavolo e giocare di conseguenza.

Abbiamo le carte giuste, come ci comportiamo?

Quando otteniamo finalmente le carte ideali per entrare in gioco, bisogna effettuare un rilancio più alto rispetto agli standard, ossia circa 4/5 volte il grande buio se prima di noi non c’è stata un’azione particolarmente rilevante. Se ci sono stati call prima di noi, aumentiamo di conseguenza il nostro rilancio di un grande buio per ogni giocatore ancora in gioco. Per fare un esempio pratico, prendiamo in considerazione un tavolo in cui hanno chiamato 2 giocatori e la parola passa a noi: considerando che il nostro rilancio standard si baserà su circa 4 volte il grande buio, in questo caso rilanceremo x6, ossia abbiamo aggiunto un grande buio per ogni call ricevuto.

Diverso il discorso quando invece prima di noi ci sono stati uno o più rilanci: in linea teorica, se c’è stato un rilancio si potrà giocare solo con una coppia di Jack in su e con A-K, mentre con 2 rilanci è meglio giocarsela solo con K-K e A-A.

In conclusione, sono pochi e abbastanza semplici i concetti alla base della strategia short stack. Il nostro gioco si risolverà in pochissime mani e non sono richieste particolari abilità di lettura del board. Come in ogni caso, l’esperienza rimane comunque un fattore fondamentale per ottenere buoni risultati.

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it