Lo “Sqeeze Play”

lo-squeeze-playIn questo articolo, vediamo in breve cosa si intende con il termine “squeeze play“, quali sono i suoi effetti e come interpretarlo quando siamo noi a subirlo.

lo-squeeze-playIn questo articolo, vediamo in breve cosa si intende con il termine “squeeze play“, quali sono i suoi effetti e come interpretarlo quando siamo noi a subirlo.

LO SQEEZE PLAY

Quando sentiamo che un giocatore ha effettuato uno squeeze play, ci troviamo in un contesto in cui l’azione prevede un rilancio da middle position e un ulteriore rilancio da parte del bottone, seguito poi immediatamente da una grossa puntata da parte di un terzo giocatore che cerca di portare a casa il piatto. Non tutte però le condizioni sono perfette per mettere in pratica una simile strategia: infatti, per far si che tutto vada a buon fine, bisogna avere i giusti presupposti affinchè l’azione non possa risultare controproducente. In questi casi, si rischierebbe soltanto di investire una gran quantità di chips inutilmente in quello che risulterebbe a tutti gli effetti un bluff non riuscito.

QUANTO EFFETTUARE UNO SQEEZE

Come abbiamo detto, non tutte le condizioni al tavolo permettono la riuscita dello squeeze. Innanzitutto, è bene crearsi un’immagine quanto più possibile vicina al giocatore tight, in modo da immedesimarsi in uno stile di gioco che metta in risalto fin da subito la nostra passività e riservatezza al tavolo. Rilanci e 3-bet che portano ad uno showdown dove mostriamo mani non premium, non giocano a nostro favore in quanto gli avversari potrebbero decidere di vedere la nostra puntata solo per il fatto che ci considerano giocatori loose. Inoltre, oltre all’immagine al tavolo, occore tenere a mente anche la consistenza del proprio stack: in questo modo, si hanno maggiori possibilità di intimorire gli avversari, inducendo anche il giocatore più aggressivo a riformulare la sua azione al tavolo. Non è assolutamente possibile andare in all-in attraverso lo squeeze play, in quanto daremo ai nostri avversari la possibilità di chiamare in quanto avranno le giuste odds per farlo.

In ultimo, ma non meno importante, è la consistenza e l’entità del rilancio stesso: se al tavolo è stata effettuata una 3-bet, allora bisognerà entrare nel piatto con una puntata pari a circa 10/15 volte il big blind, mettendo i giocatori in condizioni di capire che noi stiamo giocando per l’intero stack. Committarsi è spesso una mossa interessante, in quanto comunicheremo in questa maniera all’avversario che siamo disposti a giocarci tutto subito dopo le prime 3 carte comuni.

In conclusione, lo squeeze play è una mossa molto interessante e soprattutto vantaggiosa, considerando che permette di conquistare piatti anche molto elevati semplicemente alzando la posta in gioco. Però, se non vengono rispettate le giuste condizioni (stack, posizione, immagine etc…), allora vi capiterà di giocarvi spot alquanto difficile ed inutilmente rischiosi.

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it