Lo Slow Play [ULTIMA PARTE]

Lo slow playUltima parte incentrata sulla strategia dello Slow Play nel texas holdem, con particolari riferimenti al pericolo che questa tecnica di gioco può presentare.

Lo slow playUltima parte incentrata sulla strategia dello Slow Play nel texas holdem, con particolari riferimenti al pericolo che questa tecnica di gioco può presentare.

LA PERICOLOSITÀ DELLO SLOW PLAY

Molto probabilmente, al di là di tutto ciò che si può sentire all’interno del panorama pokeristico in merito allo slow play, ci si è sicuramente resi conto che sono molti i pericoli che incorrono una volta indirizzata questa strada. Tra tutti, sorge spontaneo sicuramente domandarsi: perchè devo regalare una carta gratis al mio avversario quando posso chiudere qui la partita? Perchè lasciargli la possibilità ci costruirsi un grosso punteggio ad un prezzo minimo? Per molti, gli Assi vanno giocati rigorosamente in slow play, anche se poi sono i primi a lamentarsi dei vari scoppi subiti. Alla base di tutto ciò, c’è un’altra ragione che spinge a giocare il punto forte in maniera aggressiva, tralasciando le fondamenta dello “slow play”. Facciamo un piccolo esempio:

ESEMPIO

Siamo in late position e un giocatore rilancia da una delle primissime posizioni. Osservando le nostre carte, optiamo per un semplice call dato che una coppia di 8 può benissimo giocarsi egregiamete il flop. Il board porta con sè Qh-8h-2d: un’accoppiata semplicemente perfetta. Una situazione ottimale in quanto, dato il rilancio pre-flop, si spera che l’avversario possa avere almeno una donna (ad esempio A-Q o K-Q). Egli punta al flop e sta a noi decidere il da farsi: per molti, la mossa corretta sarebbe quella di limitarsi al call e lasciare che l’avversario continui con le sue puntate anche dopo il flop, ma il pericolo colore è sempre dietro l’angolo.

In teoria, non dovrebbe spaventarvi che il colore possa battere il nostro tris, dato che l’avversario potrebbe chiudere il suo progetto anche dopo un nostro re-raise. Ad ogni modo, bisogna essere consapevoli che un terzo cuori potrebbe cambiare le carte in tavola, sia per lui che per noi. Egli potrebbe infatti sospettare che eravamo noi ad avere un flash draw, quindi potrebbe decidere di ritirarsi dalla mano anche con coppia d’Assi. Se lui punta al turn, di conseguenza un nostro controrilancio segnalerebbe che la carta servita in questa street ha migliorato la nostra mano in qualche modo. Semplicemente, stiamo dichiarando che battiamo facilmente una misera coppia.

Sicuramente ci sono occasioni dove lo slow play è l’arma migliore da sfoderare: se il flop ci porta un full o un colore molto elevato, allora vorremmo sicuramente che il nostro avversario migliori la sua mano nel corso del turn e river. Frequentemente però, la miglior soluzione è quella di giocare aggressivamente al flop: un’occasione simile può portarvi in tasca una gran quantità di denaro!

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it