Riconoscere lo showdown value [PARTE UNO]

riconoscere showdown valueQuando stiamo affrontando una partita di poker, spesso accade che abbiamo in mano un punto forte ma senza l’assoluta certezza che possa essere il punto migliore al tavolo. In questi casi, l’obiettivo è quello di arrivare alla fase dello showdown nel modo più veloce e meno costoso possibile!

riconoscere showdown valueQuando stiamo affrontando una partita di poker, spesso accade che abbiamo in mano un punto forte ma senza l’assoluta certezza che possa essere il punto migliore al tavolo. In questi casi, l’obiettivo è quello di arrivare alla fase dello showdown nel modo più veloce e meno costoso possibile!

LO SHOWDOWN

Si parla di Showdown quando si scoprono tutte le carte in mano ai legittimi proprietari dopo che i giocatori hanno bussato a seguito della distribuzione dell’ultima carta comune. Spesso in questi casi si tratta essenzialmente di una second pair (cioè una coppia realizzata con la seconda carta più alta al flop), una bottom pair (la carta dal valore più basso al flop) oppure anche con una top pair trovata al river dove aver precedentemente puntato in puro bluff. In quest’ultima situazione, magari con un kicker non proprio eccezionale, si tende a spendere il meno possibile per arrivare allo showdown, ma non sempre: infatti, bisogna tenere in considerazione l’immagine dei nostri avversari al tavolo ed il livello di aggressività generale, oltre all’idea che gli altri si sono fatti di noi. Se l’avversario tende ad avere un gioco relativamente passivo, allora è probabile che sia alla ricerca della carta giusta per realizzare un progetto. In questo caso, se non raggiungerà il suo scopo oppure semplicemente non migliorerà la sua mano, lo showdown sarà il risultato finale della mano.

SAPER CONTENERE NELLA GIUSTA MANIERA L’AGGRESSIVITÀ

Limitarsi a chekkare quando si ha un punto in mano (anche se semplicemente una second pair), non è mai una cosa facile, in quanto si è sempre timorosi di perdere una grossa opportunità di guadagno. Molti preferiscono effettuare una puntata per valore (value bet) oppure una molto più grande (over bet), con l’intento di convincere l’avversario a passare. Quando decidiamo di puntare, bisogna farlo con la ferma intenzione di farsi chiamare da una mano peggiore o far passare una mano migliore, senza se se senza ma. Se l’avversario decide di chiamare con una mano migliore o passare con una peggiore della nostra, non si avrà alcun vantaggio nel puntare, ma potrebbe essere essenzialmente uno svantaggio. Riflettendo attentamente su quanto detto, ci si rende conto che puntare per showdown value con aggressività non porta a nulla, se non a rischi e spese inutili. L’aggressività è meglio tenerla in un altro contesto, dove l’unico modo per vincere la mano è far passare quella dell’avversario oppure ha senso fare una value bet.

Nel prossimo articolo, vedremo un esempio per chiarire al meglio quanto appena detto, oltre ad analizzare aspetti pratici che possono rendere al meglio durante una partita di poker.

4,5 rating
+ 500€ BONUS sul primo deposito
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
+ 30 TICKET FREEROLL da 1000€ senza deposito
+ 100€ BONUS deposito
+ 40€ in ticket tornei
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,0 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it