Texas Holdem: giocare Deep Stack [ULTIMA PARTE]

Giocare Deep StackIn quest’ultima parte dell’articolo, analizziamo alcuni esempi che possono chiarire al meglio il concetto di deep stack al tavolo.

Giocare Deep StackIn quest’ultima parte dell’articolo, analizziamo alcuni esempi che possono chiarire al meglio il concetto di deep stack al tavolo.

Nella prima parte del nostro articolo, abbiamo visto come la posizione ed una buona dose di concetrazione svolgono un ruolo determinante al fine di rendere al meglio quando siamo noi ad essere deep stack al tavolo. Il segreto dunque è amalgamare insieme questi 2 concetti, non sopravvalutando troppo qualsiasi coppia di carte in nostro possesso. Bisognerà dunque giocare piatti importanti solo quando siamo nella giusta posizione e con carte “ambiziose”, che possono cioè riuscire a giocare bene qual’ora legassimo discretamente il flop. Per analizzare meglio questi concetti, facciamo alcuni esempi pratici:

ESEMPIO 1

Ci troviamo in una partita cash game NL 200, con circa 600€ a nostra disposizione. Dopo vari limp, decidiamo di entrare nel piatto con 7-8 a fiori rilanciando, ricevendo subito il call da parte degli stessi giocatori. In questo momento il piatto è pari a 43€.

Il flop è A-10-6, con 2 carte a fiori. Il primo giocatore a parlare rilancia di circa la metà del piatto, lasciando che gli altri giocatori abbandonassero la mano. È il nostro turno, ed optiamo per un nuovo raise, subito comperto dal call immediato dell’avversario. Il piatto inizia a farsi sostanzioso, ed il turn ci regala un 9 di quadri. Parola di nuovo all’avversario, il quale fa check-call dopo avergli rilanciato nuovamente contro. River 2 di picche che non desta alcuna preoccupazione. Check ed all-in da parte nostra: lui ci pensa un attimo poi decide di chimare con doppia coppia A-9, la quale nulla può contro la nostra scala chiusa al flop.

Tramite questo esempio, abbiamo visto come le partite deep stack favoriscono questi episodi lungimiranti, in quando riuscendo a chiudere il punteggio quasi certamente si porterà a casa un piatto veramente sostanzioso. In questo contesto di gioco, le carte svolgono un ruolo marginale, in quando il tutto dipenderà da come giocheremo le stesse.

ESEMPIO 2

Stessa situazione, stessi stack in gioco. Limp del primo giocatore e noi, con in mano A-Q off decidiamo di rialzare la posta puntando 10€. Il nostro avversario decide di chiamare per vedersi il flop, il quale recita A-7-8. Check da parte sua e noi rilanciamo, subendo un istant call. Il turn è un 2 che non cambia gli equilibri al tavolo: check-check questa volta, anche per indurre l’avversario ad agire sul river. L’ultima carta è un 6, dopo la quale il nostro avversario rilancia e noi puntualmente chiamiamo, forti del nostro A-Q. Egli gira 7-7 e porta a casa un piatto pari a circa 120€.

Grazie alla nostra posizione al tavolo, abbiamo potuto avere sotto controllo la situazione: se l’avversario avesse puntato forte dopo il flop, probabilmente avrebbe portato via tutto il nostro stack. Così non è stato, e dunque egli è stato costretto a puntare una cifra ragionevole che, grazie al controllo del piatto, può essere chiamata tranquillamente.

In conclusione, attraverso questi esempi abbiamo visto come è importante mantenere una condotta ragionata e parsimoniosa, in quanto essere deep stack può portare spesso a compiere errori che in altre situazioni non avremmo commesso. Ricordate: più metterete in difficoltà i vostri avversari con decisioni difficili, più riusciere voi stessi ad evitare di incappare in tali decisioni.

4,5 rating
Bonus di Benvenuto del 100% sul primo deposito fino a 500€
+ 8€ GRATIS in ticket tornei senza obbligo di deposito
4,3 rating
Bonus di benvenuto del 100% fino a 1000€
3,8 rating
Bonus di benvenuto fino a 500€
15€ in tickets per tornei SPIN
4,3 rating
Bonus di benvenuto fino a 600€ sul primo deposito
€9000 di freeroll ai nuovi giocatori
AssoDelPoker
AssoDelPoker è un sito indipendente di informazioni sul poker online, non affiliato a nessuna sala in particolare. Copyright © 2006/2021 – Tutti i diritti riservati. Vi invitiamo a prendere visione del nostro Disclaimer - Privacy Policy - Powered by Topwebsite.it